DONNE AL CENTRO: UNO SPETTACOLO CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE - Politicamentecoretto.com

 

Alessandra Broglia on 21 Novembre, 2018 17:21:00

Tra le tante iniziative in concomitanza della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, vogliamo segnalare questa serata che si terrà a Roma, il 22 novembre, alle ore 20:30, presso il Teatro degli Eroi, sito in via Girolamo Savonarola (zona Prati), il cui incasso andrà devoluto all’Associazione “Donne al centro”.

nenfjennzgjnege

“Una donna non si tocca neanche con un fiore”, si diceva da bambini, retorica? frase scontata? Beh, rifletterci non sarà tempo perso, poiché secondo quanto riferito dalla presidente, Cristiana Merli: “violenza e schiavitù femminile, sono tornati a livelli pre-rivoluzione industriale, dove si ascolta in silenzio. Donne dimenticate, schiavizzate,costrette a sottostare ad ogni incredibile atto oppressivo pur di portare il pane a casa.

E’ la storia di tante, che per motivi economici non possono distaccarsi da una famigliaviolenta o, peggio, devono subire per non perdere il lavoro”. Lo spettacolo che vedrà tra gli artisti l’attrice Sabrina Crocco, il comico Marco Capretti, i brani interpretati da Anna Vincie le creazioni di

Eleonora Altamore, vanta la collaborazione della “Fondazione Margherita Hack”, del patrocinio della Regione Lazio nonché del Municipio I di Roma. I biglietti, totalmente ascopo benefico, finanzieranno il progetto “Avrò cura di te”, per   aiutare le donne a sentirsi meno abbandonate. Sarà possibile acquistarli presso lo stesso teatro, la “OTW boutique”in via Laurina 26 (centro di Roma) oppure la scuola di ballo Fuego (via Sestriere 6, Romanord).

Un’associazione romana che sostiene, senza scopo di lucro, proposte di sviluppo di strutture sociali e culturali a sostegno delle donne, con ottica orientata verso la necessitàdi proporre nuove idee, al fine della realizzazione di progetti di ampio respiro perrispondere alle esigenze e ai problemi quotidiani. Al suo interno è possibile avvalersi della consulenza di esperti e professionisti, in grado di offrire quel supporto primario, come uncentro d’ascolto o assistenza legale.

Il giorno 4 di ogni mese, nella sede di via Marcello dei Prestinari 9, si tiene una riunione mensile, nella quali gli associati fanno il punto della situazione sulle varie iniziative che l’Associazione sta portando avanti. Un ruolo importante viene dato dalla scuola, poichésecondo i responsabili: “La scuola, come istituzione non deve essere considerata una parte a sé stante del territorio di appartenenza e per questo le eventuali collaborazioni con Associazioni con finalità sociali, rappresentano un valore aggiunto delle attività educative e formative, messe in campo dall’istituzione scolastica. L’intento è quello disensibilizzare i ragazzi delle scuole superiori ad avere un atteggiamento consapevole e maturo nei confronti dei moltissimi episodi di violenza, di cui a volte sono spettatori passivi, ma in alcune circostanze diventano protagonisti seppur involontari”. La violenza, un fenomeno in preoccupante diffusione non solo contro le donne, ma anche tra nuclei familiari, dove l’Associazione può fornire quegli elementi necessari per la sua prevenzione,come nell’individuazione di eventuali pericoli sul web o tra gruppi di coetanei.

Alessandra Broglia

 

Fonte : Politicamente Corretto